rotate-mobile
Cronaca

Giornata della Memoria per le vittime delle mafie, come cambia la viabilità

Chiuse una parte della circonvallazione e le strade percorse dal corteo; per questo domani 22 marzo ci saranno alcune variazioni alla viabilità. Previsti anche bus navette per giungere al centro della città

Fervono i preparativi a Latina per quello che per tutta la città è un appuntamento storico e dal grande valore simbolico. Si celebrerà domani nel capoluogo la XIX "Giornata della Memoria e dell'Impegno in ricordo delle vittime delle mafie” promossa da Libera e Avviso Pubblico.

Un appuntamento a cui parteciperanno migliaia di persone che sono in arrivo da tutta Italia; circa i pullman previsti a cui vanno aggiunti tutti quei cittadini che domani mattina arriveranno a Latina al termine della “Transumanza a pedali” al termine di una biciclettata lunga 100 chilometri partita questa mattina da Roma.

Alle 10 di sabato 22 marzo da via Isonzo partirà il lungo corto che terminerà in piazza del Popolo dove sul palco verranno letti tutti i nomi delle vittime delle mafie.

Ma nella giornata di domani, anche la viabilità subirà importanti variazioni in seguito alla chiusura di una parte della circonvallazione e delle altre strade percorse dal corteo. E’ stato istituito il divieto di transito e di sosta per tutti i veicoli in Largo Silvestri, Via Siciolante, Via Diaz, Viale Umberto I (lato sinistro, tratto e percorrenza Via Carlo Alberto – Viale XXI Aprile) escluso gli autorizzati dalle ore 05,00 alle ore 16,00 del giorno 22 marzo e comunque sino al termine della manifestazione.

Inoltre per tutti coloro che arriveranno in treno o in pullman o in auto è stato predisposto un servizio di bus navetta che porterà le persone dalla stazione di Latina Scalo e dalle quattro aree di sosta per auto, caravan e pullman privati (Ex Rossi Sud, Cimitero, Centro Direzionale) al centro città.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giornata della Memoria per le vittime delle mafie, come cambia la viabilità

LatinaToday è in caricamento