menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Operazione San Valentino, ascoltata una donna componente della banda dei furti

Adele Iannuzzella ha raccontato che il suo ruolo era soltanto quello di accompagnare il gruppo nei luoghi scelti per i colpi

E’ stata ascoltata dal giudice per le indagini preliminari Giorgia Castriota Adele Iannuzzelli, la 45enne di Napoli finita in carcere nell’ambito dell’operazione San Valentino con la quale la Squadra Mobile di Latina ha sgominato banda specializzata in furti in ville e appartamenti non soltanto a Latina ma nel Lazio, nelle Marche e in Abruzzo, operazione nata nell’ambito delle indagini sul furto messo a segno in via Palero a Latina il 15 ottobre 2017 anno, colpo a conclusione del quale l’avvocato Francesco Palumbo  uccise Domenico Bardi, uno dei componenti della banda. 

La donna, che in una prima fase si era avvalsa della facoltà di non rispondere, nei giorni scorsi aveva invece chiesto di poter essere ascoltata nuovamente dal gip e ieri c’è stato l’interrogatorio.

La Iannuzzelli, attualmente detenuta nel carcere di Pozzuoli, ha raccontato che non ha mai partecipato ai furti all’interno delle abitazioni: il suo ruolo era soltanto quello di accompagnatrice del gruppo che invece poi metteva a segno i colpi  e solo in un paio di occasioni è stata utilizzata per suonare il citofono e verificare se l’abitazione fosse al momento disabitata.

Al termine dell’interrogatorio la difesa ha chiesto per la donna una misura meno afflittiva, gli arresti domiciliari, istanza sulla quale il gip si è riservato di decidere.

Il processo alla banda, che si terrà con giudizio immediato cautelare, inizierà il 3 luglio davanti al Tribunale di Latina.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, giù i contagi: sono 50 in provincia ma con tre decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento