rotate-mobile
Cronaca

Sanità, riapre l'Ambufest di Latina: cure primarie garantite anche il sabato e la domenica

La Asl precisa che non si tratta però di un servizio di emergenza. Le prestazioni erogate riguardano patologie prese in carico dal medico di medicina generale

Dopo una chisura durata oltre due anni l'Ambu Fest, ambulatorio di cure primarie aperto nei giorni festivi, riapre anche a Latina. Il servizio sarà attivo a partire da sabato 28 gennaio nei locali di via Battisti 48, presso il distretto 2 di Latina, in tutte le giornate di sabato e domenica, nei festivi e prefestivi. Sarà gestito da medici di Medicina generale che la Asl ha selezionato con uno specifico avviso, insieme a personale infermieristico aziendale, in collaborazione con i servizi di continuità assistenzaiale, di Medicina generale e con il pronto soccorso dell'ospedale Goretti.

La Asl ricorda tuttavia che l'Ambu-Fest, nato per dare le risposte appropriate ai bisogni dei cittadini e per migliorare la fruibilità delle risorse sanitarie, non è però un presidio di emergenza. Possono accedere al servizio tutti i cittadini, di età superiore ai sei anni, che nei giorni festivi necessitano di un consulto medico per il trattamento o la gestione di patologie che non richiedono un trattamento d’urgenza (in tal caso occorre rivolgersi invece sempre al pronto soccorso). Le prestazioni erogate riguardano patologie prese in carico dal medico di medicina generale, come malattie osteomuscolari, oculistiche, dermatologiche, da raffreddamento, urologiche.

Oltre alle visite è possibile ottenere prescrizione di farmaci e di prestazioni, rilascio certificati, e altre urgenze differibili. Si potrà accedere di sabato e nei giorni prefestivi dalle 14.00 alle 20.00; la domenica e nei giorni festivi dalle 8 alle 20. "Il presidio rappresenta una porta di accesso ai servizi sanitari della provincia di Latina - spiega la Asl in una nota - preposto a dare risposte a quei 'piccoli' problemi di salute che, insorgendo in giornate in cui è più difficile trovare il proprio medico di famiglia, obbliga la persona malata a procrastinare il problema o a rivolgersi al pronto soccorso; La scelta organizzativa di mettere a disposizione della cittadinanza un importante servizio per le cure territoriali nei giorni prefestivi e festivi è finalizzata sia a dare continuità alle cure primarie, assicurando, una risposta costante e appropriata ai bisogni di salute dei cittadini, sia a ridurre l’accesso improprio, da parte dell’utenza, al pronto soccorso".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità, riapre l'Ambufest di Latina: cure primarie garantite anche il sabato e la domenica

LatinaToday è in caricamento