Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca

Il Pd: "Istituire subito una sede della Dia e Dda in provincia"

Appello dei democratici: "Serve maggiore controllo del territorio. Se personaggi come Marino trascorrono qui le vacanze, è perché hanno protezioni"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LatinaToday

Alla luce degli ultimi fatti di cronaca, c’è bisogno di un atto di responsabilità unanime da parte di tutti: politica, imprese, cittadini. Per troppi anni abbiamo tollerato anomale connivenze, per troppo tempo abbiamo tentato di giustificarci e di giustificare, in tutti i modi possibili, situazioni di confine che invece meritavano maggiore attenzione e spirito critico. L’omicidio del boss della camorra Gaetano Marino, avvenuto sul lido di Terracina, conferma una volta di più che il limite è stato ampiamente oltrepassato.

In sostanza, gli ultimi fatti di cronaca ribadiscono quanto già da tempo conosciamo e denunciamo in termini di presenza criminale sul territorio pontino. L’impegno della politica deve essere forte e rigoroso, a partire dalle verifiche sull'assegnazione degli appalti, delle licenze commerciali, sulle ricchezze improvvise. Non basta l’indignazione, ma serve un impegno costante nella vigilanza e nella collaborazione costante con la magistratura e le forze dell'ordine che hanno il compito di riscontrare, accertare e contrastare le infiltrazioni. L'attenzione non deve essere posta solo sulle attività criminose, ma anche sul riciclaggio del denaro sporco. In una provincia come la nostra, in cui nascono e spariscono aziende nel giro di un batter d'occhio, è necessaria una rigorosa verifica preventiva su chi sono i soggetti che avviano queste iniziative commerciali. A Latina la mafia risiede e colloca le sue attività. Ma se questa è una costatazione oggettiva, la domanda che dovremmo porci è: perché vengono qui? E’ chiaro che serve garantire un maggiore e migliore controllo del territorio, poiché è altrettanto chiaro che se boss del livello di Gaetano Marino scelgono la nostra provincia per trascorrere le ferie, è perché qui hanno delle protezioni. Sulla base di quanto accaduto, appare improcrastinabile l’apertura di una sede della Dia e della Dda in provincia, ed è nostro impegno sensibilizzare tutto il campo delle politica e delle Istituzioni a sostenere questa richiesta, insieme a tutti coloro che, come le associazioni di lotta alle mafie, da tempo sostengono questa richiesta.

Enrico Forte (Segretario provinciale PD Latina)

Salvatore La Penna (Vicesegretario provinciale PD Latina)

Maurizio Mansutti (Presidente provinciale PD Latina)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Pd: "Istituire subito una sede della Dia e Dda in provincia"

LatinaToday è in caricamento