Cronaca

Qualità della Vita, migliora Latina che resta in fondo alla classifica

E' quanto emerge, anche se in parte, dalla tradizionale ricerca realizzata a fine anno da Il Sole 24 Ore sulla Qualità della Vita delle province italiane. Latina recupera 10 posizioni e sale al 73esimo posto. Ma tanti ancora i problemi

Guadagna dieci posizioni rispetto allo scorso anno, attestandosi al 73esimo posto, brilla per il tempo libero mentre preoccupa ancora per l’ordine pubblico.

E’ quanto emerge, anche se in parte, dalla tradizionale ricerca realizzata a fine anno da Il Sole 24 Ore sulla Qualità della Vita delle province italiane, una classifica che per questa 25esima edizione è guidata a sorpresa da Ravenna e chiusa da Agrigento.

Una classifica quella di quest’anno che vede quella pontina passare dall’83esima posizione alla 73enne nel confronto delle performance delle province italiane realizzata tramite un’articolata serie di parametri suddivisi in sei capitoli d'indagine - tenore di vita, servizi e ambiente, affari e lavoro, ordine pubblico, popolazione e tempo libero – e 36 gli indicatori utilizzati per redigere poi la classifica finale -.

I REPORT DEGLI ANNI PASSATI: 2013, 2012, 2011

LA SITUAZIONE IN PROVINCIA - Male ancora quest’anno la situazione dell’"ordine pubblico" (che prende in considerazione indicatori come scippi, rapine, furti in casa e di auto, estorsioni, truffe e frodi), anche se la provincia pontina è passata dalla 104esima posizione del 2013 all’attuale 82esima.

Stesso posto anche per la categoria di "ambiente e servizi“ (che prende in considerazione indicatori tra cui le infrastrutture, l’indice climatico, sanità, presa in carico di asili nido e l’indice di Legambiente), con Latina che rispetto ad un anno fa recupera comunque 8 posizioni.

Migliorano anche i due settori “tenore di vita" (che considera il patrimonio familiare, le pensioni, i consumi per famiglia, l’inflazione e il costo delle case) e "affari e lavoro" (parametri imprese, fallimenti, export, occupazione femminile e start up) in cui Latina si attesta al 69esimo posto (rispettivamente lo scorso anno occupava la 76esima e 75esima posizione).

Per quanto riguarda la "popolazione" (parametri densità demografica, coppie in crisi, investimento in formazione, giovani, natalità, stranieri) dalla 76esima posizione di un anno fa, la provincia pontina sale al 56esimo posto; mentre la performance migliore è ottenuta con il "tempo libero" in cui Latina conquista una buona 23esima posizione - rispetto alla 56esima di un anno fa.

NELLA REGIONE - Latina supera Frosinone (che perde due posti e scende all’87esima posizione), Rieti (che perde quattro posti e scende al 78esimo) e si avvicina a Viterbo (che perdendo tre posizioni scende al 71esimo posto). Roma balza al 12esimo posto risalendo otto posizioni rispetto al 2013.

NEL RESTO DEL PAESE - Secondo la classifica dell'edizione 2014 nella top ten compaiono realtà medie o piccole, del Nord Est, montane. Buoni i risultati del Centro, in particolare delle province toscane (Siena è nona e Livorno 11ª). Il Mezzogiorno riesce a spingersi nella prima parte della classifica solo con le province sarde (Olbia-Tempio, Sassari e Nuoro). Per il resto anche questa volta deve rassegnarsi alla parte bassa. Nelle prime dieci posizioni compaiono, Ravenna, Trento, Modena, Belluno, Reggio Emilia, Aosta, Bologna, Milano, Siena e Bolzano.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Qualità della Vita, migliora Latina che resta in fondo alla classifica

LatinaToday è in caricamento