Tagli alla giustizia, continua la protesta con il corteo degli avvocati

Dopo l'assemblea durante la quale hanno incontrato i candidati pontini alle elezioni, il corteo che si concluderà con la consegna al prefetto della petizione contro i tagli ai tribunali

Il tribunale di Latina

Dopo l’assemblea di ieri mattina in cui si sono rivolti direttamente ai candidati pontini alle prossime elezioni politiche e regionali, durante un incontro che si è tenuto al teatro Cafaro, ora sono pronti a scendere in piazza.

È previsto per questa mattina un corteo organizzato e promosso dall’Ordine degli Avvocati di Latina contro i tagli alla giustizia che nella provincia pontina potrebbero portare alla soppressione delle due sedi distaccate di Gaeta e Terracina.

Il corteo partirà da piazza Buozzi per poi arrivare sotto la Prefettura dove gli avvocati del foro pontino consegneranno al prefetto Antonio D’Acunto la petizione degli avvocati firmata anche da categorie e cittadini.

"Si tratta di un provvedimento - ha spiegato il presidente dell'Ordine Giovanni Malinconico - che andra' ad appesantire una situazione gia' diastrata, con ulteriori disagi per gli uffici del giudice di pace e una congestione inaccettabile del tribunale di Latina, tra gli ultimi in Italia per volume di cause pendenti".

Con loro in piazza anche il sindaco di Latina, Giovanni Di Giorgi. “Sono al fianco dell’Ordine degli avvocati di Latina in questa battaglia giusta e importante. Far passare questa riforma per un risparmio di costi è assurdo perché i numeri parlano chiaro: in caso di soppressione delle circoscrizioni in oggetto non si avrebbe alcun risparmio per le casse dello Stato. Sarebbe infatti necessario avere nuove aule giudiziarie, mezzi e risorse presso il Tribunale di Latina, che è già al collasso, con costi altissimi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Occorre anche tenere conto della specificità del nostro territorio come zona di confine - conclude il primo cittadino -, suscettibile ad infiltrazioni della criminalità. In caso di smantellamento degli uffici giudiziari è evidente che avremmo gravi ripercussioni sul controllo del territorio rispetto alla criminalità”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: ancora 230 casi positivi nel Lazio e 22 nuovi contagi in provincia

  • Coronavirus, contagi inarrestabili: altri 181 casi nel Lazio e 23 in provincia di Latina

  • Coronavirus: altri 19 casi in provincia, record a Cisterna. Un paziente morto per covid

  • Coronavirus: 10mila tamponi e altri 230 casi nel Lazio. In provincia 15 contagiati in più

  • Coronavirus Latina: casi positivi in due scuole elementari, chiuse quattro classi

  • Coronavirus Latina, la curva dei contagi non si ferma: altri 24 casi in provincia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento