rotate-mobile
Cultura

Ponza, alla scoperta della più grande isola dell'arcipelago pontino

Cosa vedere a Ponza. Dove mangiare, dove dormire e come raggiungere. La guida completa

Le isole pontine sono tra i gioielli inestimabili del Lazio. Delle oasi felici appartenenti al territorio di Latina, luoghi suggestivi tutti da scoprire. La più grande, nonché la più famosa, è Ponza che vi portiamo a scoprire meglio.

Ponza è una meta turistica molto amata dagli abitanti di Lazio e Campania, ma non solo: l'isola gode di un'ottima fama in tutta Italia e persino all'Estero e, per questo, trovare posto per alloggiare non sempre è semplice. Le sue bellissime spiagge e calette, i suoi fondali che attirano tutti gli appassionati, il borgo settecentesco che risale alla colonizzazione borbonica rendono Ponza unica. Una perla della nostra regione.

Cosa vedere a Ponza

L'antico porto, il borgo pittoresco e resti di ville e necropoli: Ponza non è solo mare, ma è ricca di storia. Vale la pena passeggiare lungo il porto semicircolare, realizzato da Antonio Winspeare e da Francesco Carpi sull'originario porto romano, tra il 1772 e il 1793. Caratteristica e piacevole una passeggiata lungo Corso Pisacane, pieno di negozietti e di ristorantini. Da visitare anche il Palazzo Tagliamonte che risale al 1770 e le due necropoli romane de I Guarini e Bagno Vecchio. L'isola diventa meno turistica andando in zona Le Forna, la più alta e anche la più incontaminata dell'isola pontina.

Le spiagge e le piscine naturali

E poi le spiagge, dalla bellissima Chiaia di Luna alla spiaggia di Frontone e poi la spiaggia di Lucia Rosa e quella delle Felci, oltre a tantissime calette (meglio indossare scarpe comode perché spesso gli scalini da scendere sono tanti, ma ne vale assolutamente la pena).

Ponza vanta anche delle meravigliose piscine naturali. Si possono raggiungere percorrendo un sentiero sterrato, non molto distante dal cosiddetto scoglio della tartaruga. Qui è possibile tuffarsi in tre piscine delimitate da roccia. Si tratta di un luogo molto turistico e, per questo, spesso affollato. E' più facile raggiungerle in canoa o pedalò.

Da vedere anche le suggestive Grotte di Pilato, delle grotte di epoca romana, non molto distanti dal porto, anche conosciute come murenaie di Ponza poiché qui i romani allevavano murene. Non lontano si trova anche la Grotta di Ulisse, qui l'acqua è di un colore cristallino e lo spettacolo toglie davvero il fiato.

Dove mangiare a Ponza

Per mangiare a Ponza c'è davvero l'imbarazzo della scelta. Principalmente qui si mangia pesce, ovviamente. Tra le specialità gastronomiche troviamo la zuppa di cicerchie, la zuppa di pesce, il merluzzo all'acqua pazza, ricciola e dentice al forno, gli spaghetti con bottarga di pesce spada, le pezzogne arrostite. Tra i ristoranti dove andare a mangiare a Ponza, ci sono: Ristorante-Pizzeria La scogliera, ristorante Acqua Pazza, ristorante Eea, ristorante Il Pescatore, Oresteria by Ponza Fish e sono tanti altri gli indirizzi da provare in tutta l'isola.

Dove dormire a Ponza

Per dormire, invece, i B&B e gli appartamenti sono sicuramente l'opzione più scelta dai turisti. Esistono tante location graziose a prezzi vari (a seconda della zona scelta: il porto è più caro, se si vuole risparmiare meglio scegliere la zona Le Forna). Parlando di hotel e residence sull'isola, segnaliamo "Villa Adele", "Le case dei pescatori - residence Il Tramonto". Tra gli appartamenti e i B&B ci sono "L'Angolo dei romantici", "Villa Isabella Ponza". "B&B Luna Ponzese" e tanti altri posticini dove alloggiare.

Come raggiungere Ponza

Ponza è raggiungibile tramite traghetto o aliscafo. Le partenze sono da Anzio, Terracina, Formia, San Felice Circeo e Napoli. I porti per l'imbarco sono raggiungibili con strade provinciali ed autostrade. I porti di partenza per Ponza collegati con la ferrovia sono Formia ed Anzio. Gli aereoporti più vicini a Ponza sono Roma e Napoli.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ponza, alla scoperta della più grande isola dell'arcipelago pontino

LatinaToday è in caricamento