Un anno di attività, Zingaretti a Latina traccia il bilancio della Regione

Grande partecipazione all'assemblea del teatro Cafaro. Zingaretti: "L'obiettivo è riportare il bilancio in attivo entro il 2016 senza aumentare le tasse. In tema di sanità Latina verrà promossa Dea di II livello"

Un anno, fa. 12 mesi di fatti, per cambiare il Lazio”: in un teatro Cafaro gremito il presidente della Regione, Nicola Zingaretti, ha tracciato il bilancio del primo anno di governo, un anno caratterizzato da tagli agli sprechi, dagli annosi problemi legati alla sanità e passato attraverso la messa in sicurezza del bilancio, il risanamento strutturale e il recupero di finanziamenti europei da destinare al lavoro e alla nascita di nuove realtà imprenditoriali fino all’approvazione di una nuova legge sulla gestione pubblica delle risorse idriche.

Un assemblea ricca che ha visto anche la partecipazione dei consiglieri regionali Rosa Giancola (Per il Lazio) ed Enrico Forte (Pd), gli assessori regionali all’Agricoltura Sonia Ricci e alle Politiche sociali Rita Visini e i sindaci di Formia, Sandro Bartolome, di Sezze, Andrea Campoli, e di Priverno, Angelo Delogu.

“La sfida è quella di riportare il bilancio regionale in equilibrio entro il 2016, senza aumentare le tasse ai cittadini. Ma se vogliamo dare speranza al Lazio dobbiamo dire la verità, perché i cittadini non perdonano che la politica, rispetto a un bisogno o a un problema, dica bugie oppure faccia finta di non guardare” ha detto ieri Zingaretti davanti al pubblico del teatro Cafaro.

“Quando ci siamo insediati, a maggio scorso, le fatture alle imprese venivano pagate dopo mille giorni. E qui c’è tutta la sostanza dell’ingiustizia che dobbiamo combattere. La verità è che il Lazio aveva 12 miliardi di debiti commerciali verso enti e imprese. Quando siamo arrivati, la Regione pagava i gettoni ai consigli di amministrazione delle società ma non pagava dal 2008 le borse di studio agli studenti. Siamo partiti da una riorganizzazione e abbiamo trovato i soldi operando tagli agli sprechi".

Non poteva mancare poi un riferimento alla sanità, tema caldo nella provincia pontina. "Per quanto riguarda la sanita' - ha aggiunto il presidente - e' iniziata una sfida durissima: rispettare i conti senza tagliare. Abbiamo chiuso le macroaree che avevano creato una disparita' tra Roma e le province. Latina verrà promossa a Dea di II livello. Il meccanismo di selezione dei direttori generali ha permesso che nel Lazio tornassero i migliori".

Prima di arrivare a Latina per partecipare all'incontro al teatro Cafaro, il presidente Zingaretti è stato anche a Formia dove, insieme al sindaco Bartolomeo, ha visitato i cantieri della villa comunale e dello scavo archeologico di Caposele, lavori che rientrano nell'ambito del progetto Plus "Appia via del Mare".

LA VISITA DI ZINGARETTI A FORMIA

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Formia, Lidl apre un supermercato a Santa Croce: 14 nuovi posti di lavoro

  • Due giovani fermati in auto, i parenti raggiungono la Questura e protestano: un agente ferito

  • Lavori di riparazione sulla condotta: sei comuni senza acqua mercoledì 12 febbraio

  • Truffe, ecco come raggiravano gli anziani: la telefonata tra una vittima e l'indagato

  • Un caso sospetto di Coronavirus a Formia: un uomo rientrato da Shangai trasferito allo Spallanzani

  • Vincenzo Rosato perde la vita in un incidente a Pomezia, cordoglio per la morte del medico

Torna su
LatinaToday è in caricamento