Politica

Le isole di Ventotene, Lampedusa e Creta siglano un “Patto di Amicizia del Mediterraneo”

Il precorso promosso proprio dal sindaco dell’isola pontina Santomauro; l’obiettivo futuro è quello di sottoscrivere un vero e proprio patto di Gemellaggio per lavorare a progetti comuni sui diversi ambiti di interesse reciproco

Un “Patto di Amicizia del Mediterraneo” quello che tiene unite Ventotene, Lampedusa, e Creta (Rethymno): tre isole che sono anche simboli di storia, memoria collettiva, bellezze naturali, ed impegno civile e sociale. Il patto è stato siglato nei giorni scorsi; un percorso promosso dal sindaco di Ventotene Gerardo Santomauro e sottoscritto dai primi cittadini di Lampedusa e Linosa, Totò Martello, e di Rethymno (Comune dell’Isola di Creta) Georgios Marinakis.

“Il Patto - viene spigato attraverso una nota - sarà presto allargato ad altre realtà. Itaca, ad esempio, ne ha già discusso in Consiglio comunale e a breve si conta possa dare anche la sua adesione. Le isole del Mediterraneo hanno paesaggi meravigliosi e una natura incontaminata, una storia millenaria da raccontare essendo state al centro dei grandi eventi che hanno caratterizzato la vita nel Mediterraneo. Hanno una flora e una fauna, sia in mare che in terra, ammirevole. Sono luoghi di migrazioni di esseri umani, sono meta di passaggi e stazionamenti di diverse specie animali, sono luoghi rari nei quali si ritrova il ‘sapore del mondo’, della storia e della memoria.

Tre isole, due italiane ed una greca, che hanno già approvato il Patto di Amicizia perché hanno notevoli ricchezze e opportunità di sviluppo, da mettere in comune, ma anche criticità simili, tipiche delle isole minori, da superare assieme: dai collegamenti con la terraferma alla difficoltà di garantire la scuola secondaria e l’Università ai propri giovani, dal contrasto allo spopolamento alla necessità di tutelare la natura e l’ambiente salvaguardando al tempo stesso la vocazione turistica. I sindaci hanno dunque deciso di sottoscrivere da subito il Patto di Amicizia in previsione però di sottoscrivere, poi, un vero e proprio patto di Gemellaggio per lavorare a progetti comuni sui diversi ambiti di interesse reciproco: storia, ambiente, memoria, turismo, natura”.

Proprio quest’anno, inoltre, tra l’altro si celebra l’80° anniversario della pubblicazione del “Manifesto di Ventotene” con il quale Altiero Spinelli ed Ernesto Rossi ponevano le basi di quella che è oggi l’Unione Europea. “Nei momenti difficili durante i quali la democrazia e la pace erano compromesse - dice il sindaco di Ventotene, Gerardo Santomauro - è proprio nelle piccole isole come le nostre che alcuni giovani pieni di speranze hanno trovato il luogo ideale per immaginare le soluzioni più coraggiose che oggi ritroviamo nella nostra Costituzione e nel Manifesto. Con questo accordo vogliamo recuperare il ruolo che abbiamo avuto e avvicinarci a quei popoli che si affacciano sul Mediterraneo e hanno bisogno di esempi di cooperazione, prendendo a riferimento l’Europa come modello”.

“Il Patto di Amicizia rappresenta una opportunità di conoscenza e crescita per le nostre comunità – dice Il sindaco di Lampedusa e Linosa, Totò Martello – avviando questo percorso vogliamo navigare insieme in un Mediterraneo che deve essere un Mare di Pace e di Amicizia”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le isole di Ventotene, Lampedusa e Creta siglano un “Patto di Amicizia del Mediterraneo”

LatinaToday è in caricamento