rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Politica

Zaccheo: “Per Latina un disegno di legge in vista del Centenario della città”

Illustrato in conferenza il punto centrale del programma del candidato sindaco del centrodestra. Il cuore del disegno di legge è quello di trasformare il Nucleo di Fondazione in una cittadella universitaria

Un disegno di legge in vista del Centenario della città di Latina: è questo uno dei punti centrali del programma di Governo del candidato sindaco del centrodestra Vincenzo Zaccheo che è stato illustrato oggi nel corso di una conferenza stampa.

Insieme all’aspirante primo cittadino al tavolo anche il deputato ClaudioDurigon, il senatore Nicola Calandrini e il presidente della Provincia Domenico Vulcano.

“Nel 2032 – esordisce Zaccheo – Latina sarà la città più giovane d’Europa. Questo impone al Paese, alla Regione Lazio, come anche all’UE, di predisporre un intervento legislativo che possa dar ristoro ad una città che, nel corso degli anni, ha dovuto subire la furia ideologica per il peccato originale della sua fondazione. La Regione Lazio, attraverso la Legge n.27 del 2001, predispone varie iniziative per le città di fondazione. Angelo Tripodi, capogruppo della Lega alla Pisana, sarà il nostro referente per tutte le iniziative messe in campo dalla Regione”.

“Questa proposta di legge sarà presentata alla Camera dei Deputati da Giorgia Meloni come prima firmataria, insieme a Claudio Durigon e Vittorio Sgarbi. Al Senato la prima firma sarà quella di Matteo Salvini e, a seguire, Nicola Calandrini, Claudio Fazzone, Marinella Pacifico, Maurizio Gasparri, Gaetano Quaglieriello ed il senatore Saccone dell’Udc. Interesseremo anche il presidente Conte, Matteo Renzi e Carlo Calenda della validità di questo disegno di legge, oltre ogni steccato ideologico. E un grande ausilio verrà dalla rappresentanza dei parlamentari europei: Salvatore De Meo, Nicola Procaccini, Matteo Adinolfi , Antonio Tajani e Simona Baldassarri ci guideranno per intercettare i fondi europei del Pnrr” ha aggiunto il candidato sindaco che ha spiegato l’origine del progetto.

“Sarà - ha detto - una occasione per continuare nel solco di una pacificazione avviata quando ero sindaco. Il cuore del disegno di legge è quello di trasformare il Nucleo di Fondazione in una cittadella universitaria acquisendo, al patrimonio indisponibile del Comune, gli edifici di Fondazione: Palazzo M, l’Intendenza di Finanza, la Banca d’Italia e gli uffici dell’ex Catasto. Auspico che tale proposta di legge sia più condivisa possibile, anche dal centrosinistra: penso ad esempio alle rappresentanze regionali del Pd come Enrico Forte, Salvatore La Penna e, per i Cinque Stelle,  Gaia Pernarella”.

Assenti giustificati i senatori Claudio Fazzone, fuori regione, e Marinella Pacifico che ha mandato la seguente dichiarazione: “L’impegno a presentare un ddl per il centenario della nascita di Latina è una imperdibile occasione per dare visibilità a questo territorio e promuovere i suoi punti di forza, quali l’unicità della struttura architettonica, studiata dagli urbanisti di tutto il mondo, e la realtà sociologica multietnica di integrazione di culture, il cui modello, storicamente in Italia e forse in Europa, solo Latina può vantare. Il ddl dovrà prevedere, che la nostra città insieme a tutta la provincia, durante il Giubileo 2025, saranno incluse nel percorso spirituale, culturale e artistico degli itinerari percorribili dai pellegrini, quali la via Francigena e i gioielli delle cattedrali di Fossanova e di Valvisciolo, nonché le innumerevoli chiese dei Monti Lepini”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zaccheo: “Per Latina un disegno di legge in vista del Centenario della città”

LatinaToday è in caricamento