Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca

Il caso del video rap arriva in Parlamento, Lamorgese: "Alta l'attenzione, indagini in corso"

Il deputato pontino Raffaele Trano interroga il ministro dell'Interno sugli episodi di cronaca del territorio pontino, tra cui l'omicidio di Formia

Il video rap girato da alcuni minorenni di Latina ai palazzoni, che sfida le forze di polizia e inneggia alla criminalità e al clan Travali, e l'omicidio di Romeo Bondanese a Formia sono stati al centro di un'interrogazione presentata dal deputato pontino Raffaele Trano rivolta al ministro dell'Interno Luciana Lamorgese.

"A Latina abbiamo assistito all'iniziativa di alcuni minorenni appartenenti a un clan oggetto di recenti arresti per mafia - ha dichiarato Trano nella sua interrogazione - che sono arrivati a realizzare un video rap a sostegno degli arrestati, per sfidare la polizia e dire che la città è cosa loro, che sono pronti a sparare e che lo spaccio è una via rapida per accumulare denaro, un video che è rimasto per ore sulla piattaforma YouTube e che ha lanciato un messaggio terribile. Purtroppo, ai giovani sono venuti a mancare nell’ultimo anno, a causa della pandemia, luoghi e momenti di aggregazione e sfoghi più sani e le conseguenze si stanno rivelando in tutta la loro pericolosità. Quindi, le chiedo che iniziative intenda adottare per porre un argine deciso a queste manifestazioni incontrollate di violenza gratuita, restituendo così serenità e sicurezza alle famiglie e ai cittadini".

La ministra risponde spiegando che i recenti episodi richiamati dall’onorevole Trano, tra cui appunto il tragico evento avvenuto lo scorso 16 febbraio a Formia che ha portato alla morte di un minorenne, "presentano connotazioni diverse in quanto alcuni sono organizzati su piattaforme social, altri costituiscono eventi episodici legati a motivazioni estemporanee e a contesti locali".

Aggiunge poi che, "con specifico riguardo agli episodi avvenuti nel territorio di Latina, informo che il prefetto ha convocato una seduta del comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica per analizzare le dinamiche del disagio sociale dei giovani, mettendo a fuoco possibili attività di prevenzione imperniate non solo sul potenziamento dei dispositivi di controllo dei luoghi di aggregazione, ma anche sul coinvolgimento e sulla collaborazione delle famiglie, della scuola e degli altri attori interessati, quali amministratori locali e Asl". "Quanto all’increscioso episodio del video rap pubblicato sulla piattaforma YouTube, che aveva come protagonisti dei giovani inneggianti alla violenza e all’esaltazione dell’illegalità come sistema di vita - spiega ancora il ministro - la polizia postale ha ottenuto dalla società proprietaria della piattaforma la rimozione del video. Inoltre, della pubblicazione del video è stata avvisata l’autorità giudiziaria e sono tuttora in corso indagini, condotte dalla squadra mobile e coordinate dalla procura della Repubblica di Roma. Assicuro che il Ministero dell’Interno continuerà a mantenere costante ed elevata l’attenzione sulle problematiche che sono state rappresentate dall’interrogante per adottare ogni efficace iniziativa per il contrasto del fenomeno, in collaborazione con i diversi soggetti istituzionali competenti".

"Tutto questo va bene, ma non basta - replica il deputato Trano - Per l'ennesima volta viene fatta la diagnosi, ma manca poi un chiaro piano terapeutico per la cura. Ho così detto al ministro Lamorgese che ancora non vedo una strategia precisa nel rispondere alle esigenze dei più giovani, abbandonati in questi mesi di pandemia davanti allo schermo di un pc, di uno smartphone o di un tablet, orfani di proposte educative e culturali in grado di affrontare con serietà le devianze. Non vedo inoltre un piano degno di tale nome per rendere realmente sicure le nostre città. Non è accettabile e non accetto di lasciare nell’ansia quelle famiglie che vedono uscire di casa i loro figli e sanno di dover temere che possa accadere l’irreparabile soltanto per uno sguardo sbagliato, come è accaduto a Formia e come continua ad accadere in troppe città italiane". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il caso del video rap arriva in Parlamento, Lamorgese: "Alta l'attenzione, indagini in corso"

LatinaToday è in caricamento