Terremoto, devastato il paese di Amatrice: il racconto nelle foto dei vigili del fuoco pontini

Continua a salire il numero delle vittime dopo il sisma che ha colpito il centro dell'Italia mentre si continua a scavare tra le macerie. I soccorsi dei vigili del fuoco pontini ad Amatrice, uno dei comuni devastati dal sisma

Cresce di ora in ora il tragico bilancio delle vittime del terremoto che nella notte del 24 agosto ha colpito il centro Italia devastando in particolare i tre comuni di Amatrice, Accumoli e Arquata del Tronto, rasi al suolo. 

Sono quasi 250 i morti al momento accertati mentre si continua a scavare tra le macerie; centinaia i feriti e sono tanti ancora i dispersi; il lavoro dei soccorritori è andato avanti anche nella notte mentre la terra continuava a tremare e all’alba di stamani, intorno alle 5.17, una nuova scossa di magnitudo 4.5 è stata chiaramente avvertita nella zona delle Marche, dell’Abruzzo e del Lazio. 

GLI AGGIORNAMENTI SUL SISMA

I SOCCORSI PONTINI - Una colonna mobile sezione Sisma è partita ieri mattina dal comando provinciale di Latina  dei vigili del fuoco verso il reatino. Dall’alba di ieri i pompieri pontini stanno partecipando alle operazioni di ricerca e di recupero delle persone tra le macerie di Amatrice, uno dei centri maggiormente colpito dal sisma. 

Vigili del fuoco che durante i soccorsi hanno scattato alcune foto che raccontato, più di quanto possa fare ogni altra parola, la devastazione e la disperazione del primo giorno dopo il terremoto nel piccolo comune del reatino. 

LE VITTIME PONTINE - Pesante anche il bilancio delle vittime pontine del sisma. Un agente in servizio presso la polizia stradale di Aprilia, Ezio Tulli, ha perso la vita insieme ai suoi due figli. Salva miracolosamente la moglie, poliziotta presso il commissariato di Cisterna, che nel suo paese di origine, in cui era andata per una vacanza, ha perso tragicamente tutta la sua famiglia. 

E non ce l’hanno fatta neanche Enzo Di cesare ed Edda Norcini, marito e moglie che vivono a Latina e i cui corpi senza vita sono stati estratti dalle macerie. Si allunga, purtroppo, la lista delle vittime pontine: questa mattina è stata diffusa la notizia della morte di Giacomo Dell'Otto, 52enne agente immobiliare di Sezze in vacanza ad Amatrice con la famiglia. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

LA NOTTE DEGLI SFOLLATI - E quella appena trascorsa è stata la notte della disperazione, di angoscia e dolore per i migliaia di sfollati; c’è chi ha dormito nelle tendopoli allestite dalla protezione civile, chi invece ha deciso di farlo in auto o accettando l’invito in casa di amici o parenti. Ora inizia un secondo giorno da vivere tra lo strazio di chi ha perso la propria famiglia, la propria casa e ha visto distrutta in un secondo la propria vita e la speranza mentre ancora si scava tra le macerie.

LA MACCHINA DELLA SOLIDARIETA’ PARTE DA LATINA

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Festa di nozze con 80 invitati, arrivano i carabinieri: tutti multati

  • Coronavirus, allerta arancione nel Lazio: 795 casi. D'Amato: "Si teme un peggioramento"

  • Coronavirus, contagi inarrestabili. Nel Lazio quasi 600 nuovi casi, in provincia 47 in più

  • Coronavirus: nel Lazio 1219 nuovi casi, numeri record in provincia. D’Amato: “Questi i giorni più difficili”

  • Coronavirus, l'ondata non si ferma: 64 nuovi contagi, 21 sono a Latina

  • Piazza del Popolo torna agli anni ’70: a Latina le riprese del film "L’Arminuta"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento