Tra natura, storia e archeologia: il Parco Regionale Riviera di Ulisse

Costituito nel 2003 come ente strumentale della Regione Lazio comprende le tre aree protette di Parco di Monte Orlando, Parco di Gianola e Monte di Scauri, e il Monumento Naturale Villa di Tiberio e Costa Torre Capovento-Punta Cetarola

PArco di Monte Orlando (fonte foto prolocogaeta.it)

Costituito nel 2003 come ente strumentale della Regione Lazio, il Parco Regionale Riviera di Ulisse comprende le tre aree protette di Parco di Monte Orlando, Parco di Gianola e Monte di Scauri, e il Monumento Naturale Villa di Tiberio e Costa Torre Capovento-Punta Cetarola.

Si tratta quindi di un Ente, che copre i comuni in cui si trovano le stesse aree protette: Gaeta, Formia, Minturno e Sperlonga.

Il territorio protetto si estende quindi lungo la costa meridionale della provincia pontina e del Lazio e, oltre a paesaggi e scorci meravigliosi, presenta aspetti ambientali che lo contraddistinguono: promontori, falesie, grotte e fondali ricchi di vita, vegetazione mediterranea con specie rare ed endemismi (vegetazione costituita da specie diffuse in un luogo circoscritto). Il Parco con le sue tre aree protette, però, non è solo natura, ma anche storia e archeologia. Si estende su un territorio di 434 ettari di area terrestre e 80 ettari di area marina, costituendo un sistema articolato e complesso strettamente connesso alla presenza dell'uomo e delle sue attività.

L’ENTE - Il Parco Regionale Riviera di Ulisse,  come si legge sul sito parcorivieradiulisse.it  “si occupa della gestione, conservazione e vigilanza degli ambienti naturali di sua competenza; dell'educazione ambientale delle giovani generazioni e della promozione della sensibilità ambientale dei cittadini; della promozione del turismo ecosostenibile e dei prodotti tipici. Promuove ed effettua studi scientifico-naturalistici e presta assistenza al personale tecnico che effettua tali studi; promuove progetti atti ad ottenere finanziamenti per la realizzazione di opere di conservazione della natura e per la realizzazione di interventi di vario genere finalizzati a migliorare la fruizione delle aree protette da parte del pubblico. Promuove anche il recupero e la gestione di manufatti e strutture immobili, in abbandono o in disuso, da utilizzare per i propri scopi istituzionali e da mettere a disposizione delle cittadinanze”.

PARCO DI MONTE ORLANDO

PARCO DI GIANOLA E MONTE DI SCAURI

MONUMENTO NAZIONALE VILLA DI TIBERIO E COSTA TORRE CAPOVENTO-PUNTA CETAROLA

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Latina: altri 5 decessi in provincia, 139 i nuovi casi positivi

  • Coronavirus Latina, la curva sale ancora: 260 nuovi contagi in provincia. Tre i decessi

  • Coronavirus, nuova impennata: 309 casi in provincia, quattro morti. In aumento i ricoveri

  • Coronavirus Latina: sono 169 i nuovi casi positivi in provincia. Altri tre decessi

  • Coronavirus Latina: la curva dei contagi non si piega, altri 257 in provincia. Tre i decessi

  • Tamponi in farmacia, dove farli a Latina e provincia. L'elenco completo e gli indirizzi

Torna su
LatinaToday è in caricamento